Modena, Nonantola e le ciclovie del PRIT

La zona di Modena Nonantola e le ciclovie previste dal PRIT (Piano Regionale Integrato Trasporti)

Questo è un ingrandimento della mappa allegata al PRIT 2015 (il Piano Regionale Integrato per i Trasporti), disponibile nella sua interezza qui. Eurovelo 7 è uno degli itinerari ciclabili europei che nello specifico connette Capo Nord con Malta (probabilmente, si suppone, con un servizio di traghetti per arrivare alla destinazione finale). La nostra area è fortunata: come si vede dalla cartina, tra Eurovelo 7 e le sue diramazioni, il territorio tra Modena e Bologna avrebbe molto da offrire al cicloturista che avrebbe l’opportunità di accedere a un patrimonio architettonico, storico, ambientale e pure enogastronomico di altissimo livello. Una volta che i percorsi saranno coordinati, segnalati e soprattutto resi sufficientemente sicuri, i turisti non tarderanno ad arrivare. Purtroppo, finora lo stato sconnesso dei tracciati ciclabili e l’insicurezza sulla strada hanno scoraggiato molti affezionati della due ruote tedeschi, austriaci e pure francesi che se potessero sarebbero invece ben felici di sconfinare oltralpe.

Il tracciato ufficiale dell’Eurovelo 7 passerebbe proprio per Nonantola, la quale poi sarebbe connessa a Modena dalla ciclabile fucsia che, nel codice colori, é indicata come una ciclabile provinciale principale. Dato il legame storico ed architettonico che lega Duomo di Modena e Abbazia di Nonantola, il cicloturista culturalmente consapevole troverebbe particolarmente allettante la possibilità di includere sia Modena che Nonantola nel suo percorso di visita, cosa che sarebbe resa facilmente possibile dalla presenza di una ciclabile tra i due centri: in un itinerario ideale attraverso i patrimoni del Romanico (previa opportuna segnalazione e pubblicizzazione), il cicloturista potrebbe arrivare a Nonantola sull’Eurovelo 7 (BI1) e poi deviare verso Modena, per ricongiungersi infine all’Eurovelo 7 alle porte di Bologna seguendo la ciclovia che nella mappa risulta parallela al tracciato ferroviario.

Una nota: secondo una rilevazione Eurovelo, un chilometro di pista ciclabile turistica porta un indotto economico annuo tra i 110 e i 350 mila euro. Ribadiamo, annui, per chilometro. Investire in infrastrutture ciclistiche per il turismo ripaga in fretta: dunque, prima si fa, meglio è.

PS: Domani pomeriggio ci sarà il tavolo tecnico con l’amministrazione di Modena e Nonantola e la Provincia per lo studio di fattibilità della ciclabile Modena-Nonantola. Vi terremo aggiornati.

One thought on “Modena, Nonantola e le ciclovie del PRIT

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s